Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e di profilazione necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa completa cliccando su "INFO". Chiudendo questo banner cliccando su "OK" o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

UN LIBRO, UNA STORIA, UNA VITA

Presentazioni di libri
Data: Giovedì 1 Febbraio 2018

 

  Ciclo Incontri con l‘Autore, Un Libro, Una Storia, Una Vita”

 

Giovedì 1 febbraio, alle 21

 

nella Sala Mantovani-Furioli, Collegio Padri Oblati di Rho, Corso Europa 228, Rho


incontreremo Lorenzo Cremonesi, autore del libro 

Da Caporetto a Baghdad”


(Corriere della Sera – Rizzoli, 2017)


Il giornalista e inviato di guerra del “Corriere della Sera”  Lorenzo Cremonesi (nato a Milano 60 anni fa, ha vissuto per lunghi anni a Rho dove ha frequentato il locale Liceo scientifico “Majorana”), laureato in Filosofia alla Statale di Milano, da decenni segue le vicende mediorientali.

Dal 1984 al 2000, ha scritto da Gerusalemme per il “Corriere della Sera”, prima come collaboratore e in seguito come corrispondente. Da inviato poi, ha seguito altre aree di crisi mediorientali, tra cui lo scenario afghano e iracheno (è stato in Iraq per quasi tre anni).


 Dice del suo lavoro:


«Un vero reporter scrive solo stando immerso nel luogo dove i fatti accadono. Mangiare quel cibo, respirare quell’aria, parlare con la gente, anche in tempo di guerra, è l’unico modo per scriverne davvero. 

Internet e gli altri metodi di reperimento delle informazioni in remoto, quindi non sul campo, creano surrogati insipidi di realtà».

Che cosa lega Caporetto a Baghdad? Apparentemente poco o nulla, in realtà davvero molto.

Il libro di Cremonesi racchiude le cronache, i pensieri, i confronti tra gli eventi bellici avvenuti nel 1914-18 e le situazioni, le problematiche incontrate da un inviato nelle guerre contemporanee. Ci sono le visite ai vecchi campi di battaglia in Francia, Belgio, Germania, sulle Alpi, ma anche i continui rimandi ai conflitti tra Israele e il mondo arabo, assieme agli scenari siriano, iracheno, afghano, libico degli ultimi anni e soprattutto agli episodi salienti delle recenti sfide lanciate dal "Califfato". Si mette in luce quanto rilevanti siano tutt'ora in Medio Oriente i confini disegnati dalle potenze coloniali dopo la Prima guerra mondiale e l'importanza odierna dei gruppi, ideologie e movimenti che vorrebbero abbatterli per sempre. 

Una proposta di riflessione sulla guerra, le sue dinamiche, le sue conseguenze, per un pubblico europeo che in generale la vorrebbe rifuggire, ma ne è inevitabilmente circondato, se non coinvolto direttamente. 

L’incontro sarà condotto dal giornalista e amico rhodense Mauro Tosi (coetaneo di Lorenzo Cremonesi, ex caposervizio di “Settegiorni” dove ha lavorato per quasi 25 anni per poi occuparsi di altri settimanali di Lombardia, Piemonte e Liguria del gruppo editoriale del quale fa parte “Settegiorni”), il quale  non si focalizzerà solamente sulla presentazione del libro, ma mirerà anche a far conoscere il percorso di vita dell’autore e le sue numerose e affascinanti esperienze di inviato di guerra.

 L’Associazione Culturale Oblò desidera avvicinare il pubblico agli autori attraverso il racconto della loro storia, per comprendere meglio e apprezzare le opere presentate.

Al termine dell’intervista, la parola verrà lasciata al pubblico per eventuali domande e approfondimenti.

Sarà possibile anche acquistare il libro che l’autore sarà felice di autografare. 

 


La serata è aperta a tutti, l’ingresso è gratuito.


 

 

 

 

 

 

 

 

Altre date


  • Giovedì 1 Febbraio 2018

Powered by iCagenda

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
Data : Mercoledì 25 Aprile 2018
26
27
28
29
30